Enrico Fagioli Marzocchi

SME Division

Profilo

Nato a Milano nel 1956, si laurea alla facoltà di Economia Aziendale dell’Università Bocconi nel 1980.

Il suo percorso professionale inizia nello stesso anno, quando entra a Londra nella società di audit Arthur Andersen come revisore junior. Nel 1981, rientra in Italia lavorando prima nella società di costruzioni Italstrade come assistente del CFO, poi in Interbanca come analista di credito. Nel 1983 inizia a lavorare nello studio di Agente di Cambio di U. Aletti come procuratore alle grida, e dal 1986 sviluppa anche un’attività di advisory e investment banking su prodotti finanziari OTC e su operazioni finanza straordinaria ed M&A.

Nel 1992 lascia lo Studio Aletti, e inizia la sua attività in KPMG dove nel 1993 diventa partner responsabile delle attività di corporate finance per le financial institutions e, due anni dopo, avvia anche la “divisione” di risk management.

Negli anni 1999-2000 si trasferisce a Londra, lavora per Salomon Smith Barney (oggi Citigroup) come responsabile attività di investment banking in Italia nei confronti delle financial institutions. A fine 2000 viene chiamato a svolgere il ruolo di amministratore delegato di Efibanca, realtà specialistica che viene indirizzata principalmente a svolgere attività di credito strutturato e merchant banking. Nel 2007 Efibanca diventa parte del Gruppo Banco Popolare a seguito dell’acquisizione da parte di questo del Gruppo Banca Popolare di Lodi e viene nominato nel Consiglio di Gestione del Banco Popolare.

Nel 2009 viene chiamato a gestire, come amministratore delegato, la ristrutturazione di una medio-piccola banca in crisi, Meliorbanca, parte del gruppo Banca Popolare dell’Emilia Romagna (BPER); nel 2013 Meliorbanca, dopo la ristrutturazione e la focalizzazione, in particolare sul credito strutturato, viene incorporata in BPER.

Dal 2013 al 2014 svolge attività di consulenza con il prof. P. Colombo, realizzando, in particolare, una rilevante operazione di finanza straordinaria relativa ad un gruppo quotato francese, controllato da investitori italiani.

Nel 2014 viene chiamato a gestire una neo costituita divisione Non Performing Exposures del Banca Gruppo Monte dei Paschi di Siena (MPS), comprendente i portafogli sofferenze e UTP. A fine 2016 lascia MPS dopo aver completato il lavoro propedeutico alla cessione degli NPL e della piattaforma di recupero e viene chiamato ad affrontare il salvataggio delle Banche Venete come CFO e Vice Direttore Generale della Popolare di Vicenza. Le Banche Venete non riescono ad ottenere l’intervento pubblico e vengono messe in liquidazione.

Dal settembre 2017 a fine maggio 2018 si occupa della realizzazione del progetto di creazione di un importante operatore nel settore del recupero crediti, fondato sull’acquisto della piattaforma MPS da parte della JV tra Cerved e Quaestio, come amministratore delegato designato della stessa.

Da maggio 2018 partecipa a SPAXS come responsabile della divisione SME della nuova banca specialistica che nascerà dalla Business Combination con Banca Interprovinciale.

È stato membro di vari consigli di amministrazione di banche e società quotate italiane, oltre ad essere stato nel periodo 2003-2007 vice presidente di Generale de Santè, società quotata e principale operatore della sanità privata in Francia.

E’ sposato con Carla e ha tre figli, Giacomo, Benedetta e Camilla.